giovedì 6 dicembre 2012

Accordo di programma su fitness e salute

Il ministro per gli Affari regionali, il Turismo e lo Sport, Piero Gnudi, e il ministro per la Salute, Renato Balduzzi, hanno siglato a Roma lo scorso 30 novembre un accordo per il sostegno alle iniziative del Piano Nazionale per la promozione dell’attività sportiva.

I progetti individuati dall’accordo, coerenti con i contenuti del programma “Guadagnare salute”, coinvolgono, in particolare, la Regione Puglia e la Regione Friuli Venezia Giulia, stanziando un importo complessivo di parte statale pari a un milione di euro. 


L’obiettivo è promuovere la pratica sportiva e i corretti stili di vita alimentare, con specifico riferimento agli anziani, ai giovani e ai bambini al fine di favorire il benessere psico-fisico, l’invecchiamento attivo, l’aggregazione sociale e combattere la sedentarietà, prevenendo l’insorgenza di molteplici patologie.

Sull’attuazione dell’accordo vigilerà un apposito comitato tecnico-amministrativo composto da rappresentanti della Presidenza del Consiglio e del ministero della Salute. 
"Dopo gli interventi per l’alfabetizzazione motoria dei più piccoli, quelli a favore dei giochi sportivi studenteschi, quelli per le scuole in aree disagiate e negli istituti penitenziari minorile, parallelamente a quanto avviato in materia di impiantistica sportiva di base - ha dichiarato il ministro per gli Affari regionali, il Turismo e lo Sport, Piero Gnudi - questo accordo conferma e potenzia le politiche attive per lo sport che il governo ha inteso assicurare nonostante la limitatezza delle risorse disponibili.
Proprio per questo, abbiamo puntato sulla governance interistituzionale, ottimizzando la cooperazione con altri soggetti, quali il Miur, il Coni, il Cip e naturalmente le Regioni". Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, conferma "la grande attenzione che in questo periodo il ministero sta dando al tema della prevenzione delle malattie attraverso stili di vita salute-compatibili.
Questo riguarda tutti, ma in particolare la popolazione più giovane e gli anziani.
E’ anche il modo per contrastate l’aumento delle dipendenze: l’attività fisica è un’alternativa di salute alla tentazione di diventare schiavi del gioco patologico, all’abuso di alcol e del fumo". 



fonte: Adnkronos Salute

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...